Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2014

Diario di un finto pellegrino lungo le Vie Francigene in bicicletta

Immagine
Titolo: Diario di un finto pellegrino lungo le Vie Francigene in bicicletta verso Roma e Bari
Autore: Maurizio Alberti
Editore: Youcanprint Self Publishing (2014)


Un pellegrino "moderno"? Tutti conoscono il Cammino di Santiago…
In questo diario si parla di un cammino che tenta ancor di più, perché, come racconta il protagonista di questa pedalata di 1400 Km:
"Le Vie Francigene sono infinite, ognuna parte dall’uscio della propria casa…".
Migliaia di piccoli ruscelli che confluiscono nella grande Via verso Roma e poi ancora verso la Puglia, ove i pellegrini si imbarcavano per la Terra Santa.

Così, in qualunque momento della propria vita, chiunque può partire e scoprire che sta assumendo, giorno dopo giorno, una dimensione completamente diversa, una sorta di allucinazione che ti permette di vivere nel profondo ogni piccolo gesto, ogni collina, ogni monastero, ogni borgo, ogni bicchiere di buon vino…

Pedalando attraverso le infinite bellezze dell’Italia, nel magico acquer…

Alimentazione e ciclismo: il falso mito della banana

Immagine
Alimentazione e ciclismo: il falso mito della banana
Mettiamo a confronto la banana con altri alimenti nettamente migliori per i ciclisti

Il miglior integratore alimentare nel ciclismo pare essere la banana, consumata durante la pedalata, come snack nelle pause oppure ancora al termine dell'allenamento.

Questa credenza è così radicata che ormai viene data per scontata: siti web, giornali sportivi e pedalatori della domenica sono tutti d'accordo nell'affermare che la banana sia il frutto più indicato per il ciclista. Provate a digitare in qualsiasi motore di ricerca le parole "banana e ciclismo". Il risultato della ricerca saranno decine e decine di siti web a favore di questo connubio.

Secondo i sostenitori di questo frutto, l'alta percentuale di potassio, associata al magnesio e alle vitamine ne fanno un alimento perfetto perchè in grado di prevenire i crampi muscolari.
Inoltre la grande quantità di carboidrati garantirebbe un'ottima fonte di energia p…

Via Francigena Toscana, dritta al cuore

Immagine
Via Francigena Toscana, dritta al cuore

Le Vie di pellegrinaggio nella storia
In passato si viaggiava molto e anche su lunghe distanze. Nell'età dell'impero di Roma una fitta rete di strade lastricate percorreva l'Europa, e su di essa si spostavano mercanti e viaggiatori, carri e masserizie, generali ed eserciti, che trascorrevano sulla via settimane o mesi di viaggio.
Anche le invasioni barbariche non posero fine al continuo viaggiare, e alle vie commerciali nel medioevo si affiancarono i percorsi che conducevano alle grandi mete della cristianità medievale: Santiago, Roma e Gerusalemme.

La via Francigena diretta a Roma, che altro non era se non una direzione e una consuetudine  (non certo una strada unitaria vera e propria), nacque in questi anni. Per noi oggi il nome della via è strettamente legato alla figura di Sigerico, il vescovo che della strada diretta da S. Pietro fino a Canterbury ci ha lasciato una descrizione precisa, tappa per tappa.


Partito da Canterbury ne…

I test di Michelin nello sviluppo di un copertone per bicicletta

Immagine
I test di Michelin nello sviluppo di un copertone per bicicletta
Mi piacciono molto gli aspetti tecnici che si celano dietro ad un prodotto: a volte non immaginiamo nemmeno quanti prototipi e quanti test vengano effettuati prima di arrivare alla commercializzazione.


Il produttore Michelin ha recentemente pubblicato un articolo che spiega come vengono effettuati i test per lo sviluppo di un copertone da bicicletta. L'ho trovato molto interessante e desidero condividerlo.

Quali tipi di test si applicano nello sviluppo di un copertone da bicicletta?
Durante il processo di sviluppo vengono condotti centinaia di test su ogni modello della gamma. I chilometri totali percorsi durante questa fase sono 250.000.
Nel dettaglio vengono condotti quattro tipi di test:

1. Test di laboratorio per materiali e semi-finiti Condotti in laboratorio, questi test permettono a Michelin di catalogare i materiali, identificarne le proprietà meccaniche e testarne la resistenza e la durata in condizioni div…

OPOSSUM protegge il tuo bimbo dal freddo e dalla pioggia

Immagine
OPOSSUM protegge il tuo bimbo dal freddo e dalla pioggia
"Non esiste buono o cattivo tempo, ma solo buono o cattivo equipaggiamento".
Questa massima è ben conosciuta dai ciclisti urbani che si trovano ad utilizzare la bicicletta quotidianamente in ogni condizione meteorologica.
Ben vengano quindi accessori e vestiario tecnico che aiutino il ciclista e la mobilità sostenibile!

Fortunatamente negli ultimi tempi noto che la mentalità cittadina sta cambiando: la mobilità sostenibile viene intesa a 360° e include nella scelta anche il trasporto dei bimbi piccoli sulla bicicletta.
In particolare apprezzo molto i moderni genitori che decidono di trasportare i loro bimbi sui seggiolini, nell'attesa che possano pedalare in autonomia.

I "genitori moderni" hanno certamente una forte ispirazione nord-europea dove, anche nel periodo invernale, i bambini vivono molto all'aria aperta e vengono trasportati in bicicletta con naturalezza.
Un bell'esempio di questo modern…