Specchietto retrovisore da polso BackEye di Advanced Mobility

3 commenti

Specchietto retrovisore da polso BackEye di Advanced Mobility

Test e recensione dello specchietto retrovisore da polso per i ciclisti BackEye di Advanced Mobility


Nell'estate del 2014 ero alla ricerca di uno specchietto retrovisore per la mia bicicletta, ma non ne volevo uno classico da manubrio, bensì uno da polso da poter indossare all'occorrenza.
Avevo visto la pubblicità di un prodotto che poteva fare al caso mio: un polsino regolabile con laccio in velcro e specchio apri-chiudi venduto dalla Advanced Mobility, azienda specializzata in accessori per ciclisti urbani.
Ho cercato sul web qualche recensione e mi sono imbattuto in pareri positivi che mi hanno convinto della bontà del prodotto.
Specchietto retrovisore da polso per ciclisti BackEye di Advanced Mobility

Durante un evento ciclistico ho trovato una bancarella che vendeva proprio questo specchietto e l'ho acquistato.
Oggi, alle porte dell'estate 2015, dopo quasi un anno di utilizzo, posso recensire il prodotto alla luce di un utilizzo reale in contesto urbano.


Perchè acquistare uno specchietto da polso?

La domanda potrebbe apparire banale, in realtà ritengo vada approfondita: tutti sappiamo a cosa serve uno specchietto retrovisore ed il suo uso in bicicletta risponde alle esigenze di sicurezza tipiche del commuter o del ciclista urbano.
Nelle strade trafficate di città è molto utile poter controllare, con una semplice occhiata, le macchine e i camion che arrivano alle spalle.

Tuttavia nel mio caso cercavo un prodotto più versatile, da poter essere "attivato" o "disattivato" a seconda delle mie esigenze.

Una di queste, ad esempio, è legata alle mie uscite in mountain bike: avere un retrovisore da usare quando sono in strada nel traffico e ripiegare quando percorro boschi e campi.
Ripiegarlo per proteggerlo, per non ingombrare o semplicemente perché in quel momento non ha nessuna utilità.

Il retrovisore da polso è quindi una soluzione perfetta perché non ingombra il manubrio, è piccolo, leggero, posso utilizzarlo solo quando serve e non è fissato alla bicicletta rendendolo più versatile.


Materiali e aspetto esteriore

Un oggetto ben fatto, nulla da eccepire!
Il BackEye è composto da materiali sintetici di buona fattura e il morbido cinturino è regolabile e fissabile tramite velcro.
La scelta dei materiali sintetici è azzeccata perché consente di avere un prodotto resistente, leggero e che evita l'assorbimento di sudore durante l'uso. Inoltre è interamente lavabile.
Lo specchio dalla forma convessa è in materiale plastico antiurto; l'intero prodotto è ripassato con cuciture dal colore bianco che ben risaltano nel colore nero generale.

Lo specchietto BackEye di Advanced Mobility si presenta molto compatto, arrivando a coprire il polso in maniera modesta, senza mai diventare ingombrante ed è adattabile a qualsiasi circonferenza di polso.
E' un prodotto ben fatto, durevole nel tempo, esteticamente piacevole!

La progettazione è semplice ma funzionale: quando non lo si utilizza può essere tenuto piegato orizzontale in modo da non avere ingombri e da proteggere lo specchio tramite un lembo che lo sormonta e si fissa con velcro.
Il BackEye in posizione chiusa: lo specchio rimane all'interno ben protetto

Quando invece lo si utilizza, si ribalta il lembo di copertura e si viene a creare una sorta di "triangolo" rigido che permette allo specchio di rimanere fisso nella posizione voluta, variabile tra i 30 e gli 80 gradi.
Il BackEye in posizione aperta: il lembo di copertura è pronto per essere ripiegato per sollevare lo specchio a parabola

Il peso è praticamente inesistente e non ci si rende conto di avere il BackEye al polso.


Test di utilizzo

Inizialmente ho fissato al polso il BackEye seguendo le immagini fornite dal produttore, come nella foto sotto riportata:
Come indossare il retrovisore BackEye secondo il produttore

Ben presto mi sono reso conto che qualcosa non andava: anche provando ad angolare in diversi modi l'altezza dello specchietto, non riuscivo mai a vedere il punto che mi interessava, cioè il mio lato posteriore sinistro, quello interno della strada dal quale provengono le macchine in fase di sorpasso.
Continuando a mantenerlo in posizione suggerita dal produttore non ho mai trovato un'angolazione corretta: o vedevo il cielo, o vedevo il mio braccio, o vedevo me stesso....
"O vedevo il cielo"...

L'unico modo per vedere con un angolo corretto era quello di inclinare il braccio abbassando moltissimo il gomito in una posizione innaturale e contemporaneamente inclinare la testa lateralmente per favorire l'angolo di visuale.
Avambraccio molto abbassato e polso ruotato: così riesco finalmente a vedere la strada dietro di me


Possibile che uno specchietto per ciclisti urbani, brevettato e considerato migliore dei concorrenti, mi creasse questi problemi? Possibile, sì.

Nel tempo ho sperimentato vari modi di indossare il BackEye e sono arrivato a concludere che il sistema migliore consiste nell'indossarlo ruotato sul polso di 180 gradi, in modo da aprire lo specchio in basso, sotto al braccio.
Così facendo riesco a mantenere le braccia in posizione di guida naturale e vedere esattamente la strada dietro di me senza dover spostare la testa.
Il BackEye indossato nella posizione più funzionale che ho trovato: ruotato di 180 gradi, posizionato sotto al polso

Nel tempo mi sono accorto di un altro problema: la visuale riflessa.
Lo specchio ha la forma di una parabola convessa, questo secondo il produttore dovrebbe facilitare la visione permettendo di abbracciare un perimetro grandangolare, quindi offrire una più ampia visuale rispetto ad uno specchietto normale.

L'effetto grandangolare c'è, ed è anche accentuato, come potete vedere dalla foto sotto riportata
Angolo convesso molto accentuato: è possibile notare la deformazione nel filare degli alberi

Il problema è che il ridotto diametro della parabola rende estremamente piccolo ogni elemento riflesso, creando un falsamento delle distanze e rendendo difficile individuare quello che accade dietro di noi.

Vi faccio un esempio pratico: la foto sottostante ritrae il riflesso di una macchina alle mie spalle, lungo la mia strada, pronta per sorpassarmi. Vedete quanto è piccola? Secondo voi quanto è distante da me? 20 metri? 10?
Quanto sarà distante la macchina riflessa dietro di me? Non così molto come potrebbe sembrare!

Sbagliato, è solo a due metri dalla mia ruota posteriore!


Io dopo un anno di utilizzo non riesco ancora a capire le distanze dei veicoli che riflette lo specchio perché, se sono praticamente alle mie spalle li vedo "piccolini", mentre se sono un po' più lontani vengono riflessi in maniera minuscola ed è impossibile distinguerli.
A mio parere la principale caratteristica di un retrovisore per bicicletta deve essere quella di offrire la sicurezza di "un occhio" in più alle nostre spalle.
Se però questo occhio è deforme e rende gli oggetti piccoli e non ci dà idea delle distanze, diventa chiaramente poco utilizzabile e poco sicuro.

Conclusioni

Sono rimasto deluso dal BackEye di Advancedmobility!
Trovo che concettualmente il prodotto sia valido e i materiali impiegati -inclusa la fattura- ben fatti.
Il punto negativo del prodotto risiede nello specchio: troppo piccolo e dalla visuale troppo convessa, seppur nitida.
A mio parere non è un prodotto da acquistare in questa forma ed è sicuramente da migliorare: sarebbe sufficiente riprogettare lo specchio per ottenere un retrovisore davvero valido e versatile!

Valutazione prodotto:




Il testo di questo articolo è proprietà esclusiva del sito 90RPM.
Sei libero di condividere e ri-pubblicare l'articolo a patto di non modificare nessuna parte dello scritto e di indicare sempre la fonte inserendo un link attivo al sito "www.90rpm.blogspot.it".
Tuttavia procediamo spesso alla modifica e all'aggiornamento degli articoli già pubblicati, quindi ti suggeriamo di non fare copia/incolla dei testi, ma di segnalare l'articolo tramite il suo link diretto.

Hai trovato l'articolo interessante?

Condividilo se ti è piaciuto!

Stampa l'articolo, crea un PDF oppura invia una email

3 commenti:

  1. ottima recensione; mi hai evitato una spesa inutile.
    Grazie. Sonia

    RispondiElimina
  2. L'ho comprato anch'io. Quando lo dimentico ne sento la mancanza, specialmente nel traffico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che qualcuno lo trova più utile di me :-)
      Grazie Ett per il tuo parere!

      Elimina


TOP