"Battista al Giro d'Italia" un libro di Achille Campanile

Scrivi un commento...

Copertina del libro "Battista al Giro d'Italia" di Achille Campanile

Titolo: Battista al Giro d'Italia
Autore: Achille Campanile
Editore: edizioni La Vita Felice (2012 seconda edizione)

"Ore 8,40 - Partenza. Mi lancio seguito dal fido Battista, che pedala dignitosamente. Per andare più spedito, si è legato i favoriti dietro il collo. Voglio vedere se mi riesce di vincere questa tappa. Per ora non vedo nulla alla ribalta delle previsioni. Un corridore si affianca a un'automobile della stampa annunziando che lo affligge un foruncolo a una coscia. Se non potrà dare alla corsa tutte le sue brillanti risorse, non si deve pensare male di lui. La colpa è del foruncolo. Per gli scettici, mostra il foruncolo. I giornalisti annotano febbrilmente «foruncolo», mentre, dalla macchina di un giornale concorrente, giornalisti si protendono trepidanti, per tema che altri possa fare un servizio più completo del loro. Naturalmente, il particolare del foruncolo è tenuto segretissimo dai fortunati che ne sono a conoscenza. E gli altri passano ore angosciose."


L'opinione di 90RPM:

Davvero felice questo libro del 1932 che non ha perso nulla dello smalto di allora: brillante, scanzonato, con battute a volte davvero fulminanti, è un vero piacere da leggere.

La trama è presto spiegata: il protagonista, in qualità di inviato di giornale, insieme al suo fido e “vecchio servitore” Battista, seguiranno il Giro d’Italia, ma lo seguiranno in sella alle loro biciclette.
Ed ecco il diario delle tappe che si dipanano, scandite in modo orario, cronache esilaranti, disavventure e umori e sapori di quello che a suo tempo Vasco Pratolini aveva definito “il Circo Barnum”.

Campanile ci fa rivivere nel suo specifico modo e dal suo punto di vista le sensazioni e le emozioni di quei tempi, un'Italia ancora pronta ad entusiasmarsi per il passaggio dei corridori nelle loro maglie colorate, pronta a seguirli e a vedere in loro la speranza di una vita di successi – una vita sicuramente splendida e migliore.
Il protagonista si riserva il ruolo principe e un po’ snobistico ma è il suo “fido e distinto Battista dai lunghi favoriti bianchi” che nel proseguire delle tappe prenderà forza e spazio ed a lui verranno affidate le battute scanzonate, i fulminanti perfidi paradossali commenti.

L’esperienza fu davvero reale, poiché Campanile seguì davvero il Giro d’Italia nel 1932 per conto del quotidiano Gazzetta del Popolo di Torino e questi suoi reportages venivano letti con passione ed erano così seguiti da portare la sua popolarità ad altissimi livelli.

Nato nel 1899, fu autore prolifico e umorista surreale e innovativo, un vero precursore ancora oggi difficilmente  seguito sulla strada dell'aforisma e dell'assurdo.
Sottovalutato per anni, solamente nei tardi anni settanta venne riabilitato il suo stile e la sua capacità di sorprendere sorridendo.
Esemplari le sue “Tragedie in due battute”; qui di seguito un breve esempio:

La stella nell'imbarazzo
-La prima stella: Ma che vorrà da me quell'astronomo?
-La seconda stella: Perché?
-La prima stella: Mi sta fissando da un’ora con il cannocchiale.

Campanile è un autore straordinario, il suo stile è corrosivo, estremamente attuale, un umorismo dissacrante che ci fa dimenticare la sua data di nascita.
Consiglio caldamente la lettura di questo libro agli appassionati di bicicletta e sicuramente anche a tutti quelli che se la sono dimenticata in cantina da ragazzini: non solo c'è da sorridere, ma da ridere francamente.






Il testo di questo articolo è proprietà esclusiva del sito 90RPM.
Sei libero di condividere e ri-pubblicare l'articolo a patto di non modificare nessuna parte dello scritto e di indicare sempre la fonte inserendo un link attivo al sito "www.90rpm.blogspot.it".
Tuttavia procediamo spesso alla modifica e all'aggiornamento degli articoli già pubblicati, quindi ti suggeriamo di non fare copia/incolla dei testi, ma di segnalare l'articolo tramite il suo link diretto.

Hai trovato l'articolo interessante?

Votalo e condividilo se ti è piaciuto!

0 commenti:

Posta un commento


TOP