Bozzente off-road

Scrivi un commento...

Bozzente off-road

Itinerario ad anello per mountain bike tra campi e (pochi) boschi a nord di Nerviano (MI)

La "Bozzente off road" è una classica per ruote grasse proposta dal dinamico team SAV95 in occasione di randonnée stradali.
Per coinvolgere un maggior numero di partecipanti, i bravi organizzatori di Nerviano propongono spesso un percorso sterrato per chi preferisce la MTB e i tracciati lontano dal bitume. Questo specifico itinerario è stato ufficializzato a luglio durante la rando di 200 km "Giro di Lombardia".
La "Bozzente off road" prende il nome dall'omonimo corso d'acqua lombardo. In verità questo non è un fiume vero e proprio, bensì un torrente che periodicamente si ingrossa grazie al contributo di numerosi ruscelli che scorrono nelle linee di impluvio di differenti bacini.
E' quindi più facile imbattersi nel suo letto in secca che in una sua piena. 
Tracciato della "Bozzente off-road" colorato in azzurro e profilo altimetrico
Tracciato della "Bozzente off-road" colorato in azzurro e profilo altimetrico

A causa di impegni di vario tipo non sono riuscito a partecipare alla corsa ufficiale, ho deciso quindi di percorrere l'itinerario durante una giornata di ottobre.
Scarico la traccia GPS, preparo la bici ed esco di buon mattino per attaccare la traccia dalla zona di Cislago perché è il punto più vicino a casa. L'intenzione è di fare l'anello utilizzando un punto intermedio come partenza ed arrivo.

La mia Cube Analog con cui ho percorso il tracciato
La mia Cube Analog con cui ho percorso il tracciato

Schwalbe Nobby Nic e Racing Ralph con fascia anti-foratura aggiuntiva in kevlar
Per questo itinerario ho montato Schwalbe Nobby Nic e Racing Ralph con fascia anti-foratura aggiuntiva in kevlar

Un cartello alle porte del bosco mi indica la direzione da seguire
Un cartello alle porte del bosco mi indica la direzione da seguire

Pedalo su strada nei primi dieci chilometri e finalmente poso le ruote sullo sterrato del bosco: il varco d'accesso è ben visibile e la traccia segna fedelmente il territorio reale.
I sentieri nel bosco sono larghi a sufficienza e ben battuti, con un fondo non impegnativo, bello bello davvero!

Rettilineo facile e piacevole in un bosco lungo il percorso della "Bozzente off-road"
Rettilineo facile e piacevole in un bosco lungo il percorso della "Bozzente off-road"

Qualche dosso naturale, qualche bunny hop per superare radici e poi in derapata a lambire il fiume Bozzente.
Oddio, più che un fiume in questo periodo è un letto in secca con un rigagnolo maleodorante e scuro che lo percorre... non mi stupisco sapendo bene che il territorio è fortemente antropizzato ed inquinato.

Scorcio del fiume Bozzente con scarsa portata d'acqua
Scorcio del fiume Bozzente con scarsa portata d'acqua

L'itinerario alterna rettilinei brevi e veloci ad alcune deviazione su single track di terra nuda, attenzione ai bivi e agli incroci di sentieri!
La traccia GPS è fedele e non c'è paura di perdersi.

Altro sentiero ben battuto con tralicci simili ai piloni di una funivia
Altro sentiero ben battuto con tralicci simili ai piloni di una funivia

In alcuni punti bisogna lasciare lo sterrato per attraversare strade asfaltate o per brevi spostamenti extra urbani, quindi cautela per le macchine e non uscite sparati dal bosco.

Dopo pochi chilometri succede che mi trovo circondato dai colpi delle doppiette dei cacciatori. Non li vedo ma li sento molto vicini! Avevo già parlato del pericolo in cui incorrono i bikers nel periodo di caccia e, ancora una volta, mi trovo a riflettere sul fatto che questi cacciatori della domenica sparano ad altezza uomo appena qualcosa si muove con il rischio che alcuni pallini vadano ben oltre e sforacchino un povero ciclista vestito fluorescente.

Nel buio del bosco un fantastico single-track di terra e foglie autunnali
Nel buio del bosco un fantastico single-track di terra e foglie autunnali

Mentre pedalo lentamente cercando di capire dove stiano sparando, il GPS mi avverte di una svolta su single track. Qui evidentemente non è più passato nessuno dall'ultima Bozzente off-road ufficiale: la traccia  a terra è larga quanto un copertone e la vegetazione la sta ricoprendo lentamente.
Provo ad avanzare seguendo il navigatore ma ben presto un groviglio di rami pieni di spine mi blocca. Continuare è impossibile, ci vorrebbe un machete per passare!

Un groviglio inestricabile di rovi e piante varie mi impedisce di seguire la traccia ufficiale del percorso
Un groviglio inestricabile di rovi e piante varie mi impedisce di seguire la traccia ufficiale del percorso

Torno sui miei passi e tento di aggirare il passaggio precluso, ma i colpi incessanti dei cacciatori mi fanno passare la voglia di rimanere in zona rischiando.

Individuo un'uscita su strada e infangato&sconsolato faccio rotta verso casa.

Peccato non aver potuto completare questo percorso perché le sensazioni durante la prima parte pedalata sono state davvero positive!
Ho deciso di fare così: vi lascio in questo articolo la traccia GPS originale per tentare di completare l'anello; nel frattempo mi studio a tavolino una deviazione per evitare il sentiero ostruito che poi testerò dal vivo al termine della stagione di caccia.



Ovviamente l'obiettivo di partecipare alla rando sterrata ufficiale c'è sempre!

PS: perdonate la scarsa qualità delle foto, ma sono state fatte con apparecchiatura d'emergenza. Vedrò di sostituirle in occasione di un secondo sopralluogo.




Il testo di questo articolo è proprietà esclusiva del sito 90RPM.
L'intero testo, o parti di questo, non possono essere copiati o ripubblicati senza il permesso scritto dell'autore.
Il sito non ha nessuno scopo di lucro, quindi rispettate il lavoro e l'impegno altrui.

Hai trovato l'articolo interessante?

Condividilo se ti è piaciuto!

Stampa l'articolo, crea un PDF oppura invia una email

0 commenti:

Posta un commento


TOP