Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2017

Nuova legge sulla mobilità in bicicletta

Immagine
Nuova legge sulla mobilità in bicicletta Dicembre 2017: approvata la legge quadro sulla mobilità ciclistica.
Novembre 2007 - dicembre 2017: ci sono voluti 10 anni per portare a livello europeo le nostre politiche di mobilità a due ruote.

Il 21 dicembre 2017 è infatti nata la prima legge nazionale sulla mobilità ciclistica che, nel suo primo articolo, recita:
"La presente legge persegue l'obiettivo di promuovere l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane sia per le attività turistiche e ricreative". Finalmente la politica nazionale si adegua (con enorme ritardo) ai concetti normativi europei che vedono la bicicletta come vero e proprio mezzo di trasporto, non solo come mezzo ludico-sportivo.

Nelle future attività del Ministero dei Trasporti dovranno quindi essere presi in considerazione tutti i necessari interventi, esattamente come per qualsiasi altro mezzo di trasporto.
Tra i lodevoli intenti di questa recente legge troviamo anche…

Come risparmiare energia e secondi nel ciclismo su strada

Immagine
Come risparmiare energia e secondi nel ciclismo su strada Materiali innovativi e ricerca consentono al ciclista di risparmiare preziosi watt e secondi. Andiamo alla scoperta del Watts Lab che sviluppa i prodotti Poc.
Nel mondo di scienza e tecnica che gravita intorno al ciclismo di alto livello, alcuni tra i migliori esperti in aerodinamica, fluidodinamica computazionale (CFD) ed alcuni tra i migliori tecnici con esperienza in team professionali quali il "Cannondale Pro Cycling Team", vengono reclutati da Poc in un prestigioso gruppo di lavoro denominato "Watts Lab".
All'interno del gruppo, questi scienziati e tecnici sperimentano materiali e prodotti di alta gamma che diventeranno in seguito prodotti a marchio Poc.
Lo scopo del Watts Lab è uno solo: performance ed efficienza aerodinamica.

Nel ciclismo su strada i margini di vittoria sono ridotti ed ogni secondo è importante.
Per fare un esempio, nel 2012 al Giro d'Italia, Hesjedal vinse su Rodriguez per s…

NTA 8776: una nuova normativa per caschi da ciclismo più sicuri

Immagine
Una nuova normativa per caschi da ciclismo più sicuri Velocità elevate e la richiesta di maggior protezione fanno nascere la nuova omologazione NTA 8776
Dimenticate le omologazioni per caschi attuali perché finalmente è stata codificata una normativa molto più severa e protettiva: la olandese NTA 8776.

La nuova omologazione nasce per soddisfare la richiesta di adeguata protezione alle alte velocità raggiunte dalle biciclette elettriche che, in paesi esteri, raggiungono andature pari a quelle di ciclomotori di piccola ciclindrata.
Tuttavia anche nel ciclismo tradizionale si raggiungono e superano tranquillamente velocità di 45 km/h, quindi  questo nuovo standard può essere benissimo accolto anche da chi non usa bici elettrificate, ma pratica un ciclismo di performance e vuole dotarsi di caschi più sicuri.
La richiesta di maggior protezione può essere anche il requisito di chi si trova spesso ad affrontare discese dove la velocità sale facilmente oltre ai limiti dei classici standard d…